Fabio Sanvitale, Armando Palmegiani

 

AMNESIE

DAL DELITTO DI COGNE ALLA STRAGE DI ERBA

 

Sovera, 2018, 232 pagine con foto 

1/6

E' possibile uccidere e poi dimenticarsi di averlo fatto? E' possibile descrivere l'assassino in un modo e poi cambiare idea, disegnandolo nel modo opposto? E' possibile descrivere perfettamente la scena di un crimine senza esserci mai stati, senza averlo commesso? E fingere di essere un'altra persona così bene da ingannare tutti e dimenticarsi chi si è realmente, è possibile? La risposta a tutte queste domande è sì. 

Fabio Sanvitale e Armando Palmegiani vi portano in un'altra delle loro indagini. Dopo aver gettato luce su numerosi cold case italiani -tra cui l'omicidio di Pier Paolo Pasolini- visitano i luoghi del delitto di Cogne e della strage di Erba, studiano gli atti processuali, parlano con gli esperti, indagano nei misteri della mente e della testimonianza. 

Annamaria Franzoni ha dimenticato quello che ha fatto? E siamo sicuri che Olindo e Rosa siano i veri colpevoli? Indagando di nuovo su questi omicidi, gli autori investigano anche i meccanismi della memoria, le invisibili distorsioni dei ricordi, i mille modi in cui falsiamo la realtà a nostro uso e consumo, anche nella vita di tutti i giorni. Anche per questo, cercare la verità di un delitto è un'arte difficilissima e affascinante.